L’Inter torna a casa dopo quasi 4 mesi. Dal Meazza la spinta per puntare la vetta

Young, Lukaku e Sensi ieri a San Siro. Getty

Primo allenamento nello stadio dove i nerazzurri non giocano dal 27 febbraio. Battere in 4 giorni Samp e Sassuolo per accorciare su Juve e Lazio

La ferita di Napoli è ancora fresca, ma non c’è tempo per guardarsi indietro. Tra due giorni si riaccendono le luci di San Siro e l’Inter per ricaricare immediatamente le batterie è già tornata a casa. Antonio Conte sabato sera ha urlato nel vuoto al San Paolo, ieri lo ha fatto finalmente al Meazza, anche se solo per un allenamento.

I nerazzurri non vedevano il loro stadio dal 27 febbraio, dal ritorno dei sedicesimi di Europa League contro il Ludogorets, giocato (e vinto) sempre a porte chiuse. Tornarci, prendere di nuovo le misure, allenare gambe e testa alle tribune vuote e al silenzio, è stato un passo ulteriore verso la ripartenza della Serie A.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *