Punti, vittorie, gol fatti e subiti: senza Ibra è un Milan peggiore

Zlatan Ibrahimovic, 38 anni, svedese, al Milan da gennaio. In rossonero aveva già giocato tra il 20210 e il 2012 LAPRESSE

I dati sono eloquenti: Zlatan ha rianimato una squadra in crisi, le ha permesso di subire meno e di segnare e vincere di più

In questo 2019-20 c’è un Milan senza Ibra, fino a dicembre, e un Milan con Ibra, da gennaio in poi. Le differenze sono evidenti, non macroscopiche, ma chiare.

I NUMERI—   Ecco i dati relativi al campionato, tenendo presente che Ibra ha saltato una gara, Milan-Verona (1-1) del 2 febbraio. Diciassette partite senza Zlatan: sei vittorie, tre pareggi, otto sconfitte. Otto partite con: quattro vittorie, due pareggi, due sconfitte. La diversità è nella media punti (1,2 senza Zlatan; 1,8 con Zlatan), nella percentuale delle vittorie (35% senza; 50% con), nella media gol fatti (0,9 senza; 1,4 con) e nella media gol subiti (1,4 senza; 1,1 con).

Una curiosità: il possesso palla è rimasto praticamente lo stesso, 55% contro 55,2%. Insomma, Ibrahimovic ha invertito la tendenza, ha alzato il livello della squadra. Lo svedese è arrivato nel momento più buio, poco dopo Natale, con la squadra e l’ambiente sotto choc per il 5-0 subito a Bergamo contro l’Atalanta.

Acquisto maglie calcio replica online,maglia Milan replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *