Gabbiadini: “Coronavirus? Ora sono negativo, aspetto il secondo tampone”

Gabbiadini:

L’attaccante della Sampdoria, tra i primi contagiati in Serie A: “Sono tornato in forze e mi sto allenando”

GENOVA – “Scusate per i capelli, come Mattarella anche io non posso andare dal barbiere“. Comincia con questa ormai “famosa” citazione del Presidente della Repubblica Manolo Gabbiadini che, da casa sua, ha parlato in video collegamento ai microfoni di Sky Sport 24. L’attaccante della Sampdoria è stato tra i primi positivi al coronavirus: “Ora le forze sono tornate e mi sto allenando con continuità da un paio di settimane – ha rivelato -. Nei primi 14 giorni, invece, non stavo bene e non mi sentivo in forma.

Ho preferito evitare. Sintomi? Per fortuna sono stati leggeri, ho avuto febbre per un giorno e tosse forte per altri 4 o 5. Ora sono negativo, ma per esserne certo dovrò fare un secondo tampone. Ho ricevuto tanti messaggi su Whatsapp, più di 300, in particolare da miei ex allenatori”. Sulla lettera a Bergamo, città martoriata dall’emergenza sanitaria: “Sono rimasto molto colpito. Pensavo che dovevamo fare tutti qualcosa, specie noi calciatori che abbiamo più visibilità“. Gabbiadini ha poi parlato di come la situazione blucerchiata sia migliorata con l’avvento in panchina di Claudio Ranieri che “da quando è arrivato ci ha dato serenità“. In ultimo, ma non meno importante l’attaccante bergamasco ha esortato a sostenere tutti gli operatori sanitari, in prima linea nella lotta al virus: “Noi come Sampdoria stiamo sostenendo il San Martino di Genova, ma l’appello va a tutti gli italiani: aiutate gli altri ospedali, ne hanno davvero bisogno“.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *